Echi della Memoria

Non vi sono parole adatte per descrivere l’uccisione di milioni di persone. Solo in ciò che chiamiamo “non luogo” è possibile ancora percepire i lamenti, le lacrime: l’eco della memoria. Uno spettacolo che parla all’anima.